31 maggio 2018. La Regione Sardegna ha indetto un bando per l’incentivazione di sistemi per lo stoccaggio e l’utilizzo dell’energia prodotta da fonti rinnovabili. I beneficiari sono gli Enti Pubblici e le Associazioni di Enti Pubblici.

Le spese ammissibili per il finanziamento sono per la fornitura ed installazione di:

  • sistemi di accumulo elettrochimico e relativi dispositivi di interfaccia con la rete di distribuzione;
  • sistemi di gestione della micro rete finalizzati alla massimizzazione dell’autoconsumodell’energia prodotta;
  • altri dispositivi (inverter o altri) direttamente connessi a garantire la funzionalità della micro rete e la sicurezza dell’immobile in presenza di un sistema di accumulo elettrochimico.

Gli interventi finanziabili devono riguardare immobili già dotati di impianti per la produzione di energia da fonti rinnovabili, in esercizio, di proprietà dell’Ente proponente, in uso allo stesso e asservito alle utenze delle Pubblica Amministrazione.

La realizzazione del sistema di accumulo deve garantire il soddisfacimento di un fabbisogno energetico precedentemente soddisfatto attraverso fonti energetiche tradizionali non rinnovabili.

Il bando si inserisce all’interno del Programma di Sviluppo Rurale 2014-2020 che finanzia interventi per il miglioramento del sistema infrastrutturale dell’isola compreso quello relativo alla distribuzione e all’uso della energie rinnovabili.

Per questo gli interventi finanziabili sono quelli attuati esclusivamente nei territori dei comuni ricadenti nelle aree rurali della Sardegna classificate C e D, con alcune esclusioni specificate nel bando.

Il finanziamento, pari al 100% della spesa ammessa, è concesso sotto forma di contributo in conto capitale e l’importo massimo finanziabile è di 200.000 euro per intervento. La dotazione finanziaria stanziata per questo bando è di 5 milioni di euro.

La presentazione delle domande deve avvenire tra le 10.00 del 19 giugno e le 14.00 del 19 luglio tramite il portale SIAN (www.sian.it), tramite apposito modello sottoscritto con firma digitale OTP (On Time Password). I soggetti abilitati alla compilazione della domanda per via telematica, previa richiesta delle credenziali di accesso al SIAN, sono i Centri di Assistenza Agricola (CAA).