Quali sono le peculiarità che un produttore di componenti per il fotovoltaico e per l’efficientamento energetico deve possedere per fare in modo che si crei un rapporto solido e duraturo nel tempo con il canale della distribuzione?
Ecco cosa ne pensiamo: ci trovate a pagina 28 dello speciale di Solare B2B!

Ecco il link: https://www.linkedin.com/pulse/distributori-lo-shortage-ridefinisce-i-criteri-di-scelta-lopriore?fbclid=IwAR32nRGQYHzAnCh5OS7Fox41g-FBqqF-OlpoxGX7JdGRLXq4F0ahlbSRPks

 

Nei primi sei mesi del 2021 il fenomeno di shortage delle materie prime, i rallentamenti delle forniture dalla Cina e l’impennata dei costi di trasporto hanno fatto sentire il proprio impatto sul mercato del fotovoltaico globale, con importanti ripercussioni anche sul panorama italiano. Nel nostro Paese, infatti, ci sono rallentamenti e ritardi nella consegna di alcuni componenti, in particolar modo batterie e inverter ibridi, oggi particolarmente richiesti nell’ambito degli interventi che rientrano nel Superbonus.

Il panorama attuale è molto caotico: le richieste dalla filiera downstream sono molto più frenetiche, e spesso i criteri di acquisto si stanno modificando. Se prima i criteri erano soprattutto la qualità e l’affidabilità del brand, oggi ci sono invece situazioni in cui trovare un fornitore che abbia prodotti ha magazzino ha un peso diverso. Molti player già dalla fine del 2020 avevano previsto fenomeni di portata globale legati alla carenza di materiale e al rallentamento delle forniture a causa dell’impennata della domanda post pandemica. Tuttavia, programmazioni mirate e partnership ancora più forti con i fornitori hanno permesso ai distributori di organizzarsi e di raccogliere ottimi risultati.

Basti pensare che alcuni player hanno già totalizzato, in un semestre, quanto era stato venduto in tutto il 2020, grazie in particolare alla spinta di Superbonus ed Ecobonus in ambito residenziale, ma anche grazie alla ripresa della domanda nei segmenti commerciale e industriale. Ma in un mercato affollato e caratterizzato da una forte competizione in tutti i comparti, quali sono i criteri che un distributore adotta per sceglie il fornitore ideale? Quali sono le scelte per rispondere all’esigenza di avere un’offerta di prodotto più ampia? Quali sono le peculiarità che un produttore di componenti per il fotovoltaico e per l’efficientamento energetico deve possedere per fare in modo che si crei un rapporto solido e duraturo nel tempo con il canale della distribuzione? Ecco quelli più importanti secondo il parere dei principali distributori attivi in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.