Sono per ora ben 27 le multinazionali con sede in Europa ad aver firmato un appello per l’utilizzo unico e sistematico delle auto elettriche, rivolto all’Unione Europea e alle Istituzioni Comunitarie per chiedere di vietare la vendita di auto alimentate da motori a combustione interna (diesel, benzina e persino ibride) non più tardi del 2035. Tra le aziende che hanno aderito all’iniziativa anche EVBox, il principale produttore mondiale di stazioni di ricarica per veicoli elettrici e software di gestione della ricarica.

“Quest’anno i legislatori europei devono concordare una nuova e più ambiziosa legislazione sul clima, per garantire che l’Ue faccia la sua parte nel dimezzare le emissioni globali entro questo decennio – si legge nell’appello reso pubblico e aperto alla sottoscrizione di qualunque azienda europea voglia unirsi al gruppo – Fissare un obiettivo di CO2 per i costruttori di veicoli a 0 grammi per chilometro entro il 2035 sancirebbe l’eliminazione graduale delle auto a benzina e diesel (compresi gli ibridi)”, sostengono le aziende firmatarie.

La Commissione proporrà nuovi obiettivi a giugno come parte del suo pacchetto legislativo ‘Fit for 55’, che ha lo scopo di mettere l’Ue sulla buona strada per ridurre le emissioni complessive di almeno il 55% entro il 2030 e raggiungere zero emissioni nette entro il 2050. Tale legislazione “metterebbe in moto una trasformazione sistemica e renderebbe la Ue leader globale in un settore chiave per un futuro a zero emissioni”, prosegue l’appello.

I 33 firmatari ricordano come autovetture e veicoli commerciali leggeri siano responsabili non solo del 15% di tutte le emissioni di anidride carbonica in Europa, ma rappresentino anche la maggiore fonte (26%) di emissioni tossiche di ossido di azoto, che provocano malattie croniche e la morte prematura di 54mila europei ogni anno. Per non parlare dei 200 miliardi di euro spesi ogni anno per l’importazione di petrolio.

I veicoli elettrici offrono ora l’opportunità di sostituire i motori a combustione interna e inaugurare una nuova era di mobilità a zero emissioni. La domanda di queste auto sta crescendo rapidamente nonostante la pandemia: esse rappresentano oltre il 10% dei veicoli venduti in Europa nel 2020. Decretare lo stop alla vendita degli altri tipi di auto fornirebbe un chiaro segnale alle case automobilistiche, ai fornitori di infrastrutture di ricarica, al settore energetico e alle istituzioni finanziarie per fare gli investimenti necessari alla transizione sottolineano i promotori dell’appello alle istituzioni comunitarie.

 

X-Win è rivenditore autorizzato EVBox. Contattateci per maggiori informazioni sui prodotti: [email protected]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.